Raja kapotasana – La posizione regale del piccione

Descrizione

scuola Rhamni raja kapotasana posizione regale del piccione Laura Dajelli

Lezione di yoga flow: una sequenza avanzata, comprendente il classico vinyasa (composto dalle posture di chaturanga dandasana, urdva mukha shvanasana e adho mukha shvanasana) per giungere alla posizione di inarcamento di raja kapotasana, la “posizione regale del piccione”. Questo asana viene preparato attraverso movimenti fluidi di allineamento, estensione laterale, flessione, inarcamento e torsione della colonna vertebrale. La pratica terminerà con un pranayama in movimento molto rilassante, per defaticare il corpo dopo l’esecuzione dell’intensa sequenza.

ETIMOLOGIA E SIMBOLOGIA

Raja significa “re”, kapota “piccione”, asana “posizione. Il nome completo della postura si può tradurre come “posizione del re dei piccioni”, oppure “posizione regale del piccione”. In alcuni contesti la postura può essere chiamata anche eka pada raja kapotasana, cioè la “posizione regale del piccione con un (eka) piede (pada)”, facendo riferimento al piede che si porta contro la testa. Raja kapotasana appartiene alle posizioni di flessione dell’anca e, nello stesso tempo, a quelle di inarcamento.

BENEFICI

La posizione di raja kapotasana:

  • Migliora la flessibilità della colonna vertebrale e, più in generale, della schiena, lavorando sulla sua muscolatura. In particolare, è la parte più alta della schiena a lavorare con un’intensa estensione indietro;
  • Incrementa la mobilità a livello del bacino;
  • Allunga e distende i quadricipiti e i flessori dell’anca;
  • Sollecita l’apertura della gabbia toracica.

PRECAUZIONI

  • In caso di problematiche del tratto cervicale la posizione si può eseguire senza rovesciare la testa indietro, ma è comunque piuttosto intenso il lavoro che compie il collo per mantenere la testa diritta, mentre tutto il resto della colonna si estende indietro.
  • In caso di problemi della colonna vertebrale, come ernie, protrusioni, lombalgie, è meglio evitare di eseguire la postura se non sotto il diretto controllo di un insegnante, poiché la sollecitazione a livello di tutta la colonna vertebrale è molto intensa.
  • Se vi fossero protesi alle anche, la postura non può essere eseguita.
  • Con problematiche alle ginocchia e/o, in generale, alle anche, è meglio evitare di eseguire questa forma di raja kapotasana., poiché risulterebbe troppo intenso il lavoro per le ginocchia e il bacino.
  • In caso di iper-tiroidismo è meglio non rovesciare la testa all’indietro, poiché le strutture della zona della gola, con il movimento di estensione indietro del tratto cervicale e di massima distensione della parte anteriore del collo, premerebbero eccessivamente sulla tiroide, stimolandola ulteriormente (al contrario, in caso di ipotiroidismo, questa sollecitazione può favorire il funzionamento della tiroide).


Se soffri di una qualunque di queste problematiche o, più in generale, se qualcosa non ti è chiaro nelle spiegazioni, non rischiare di farti male praticando, contatta un insegnante qualificato della scuola.

Lo Staff Rhamni è qui per te!

Argomenti per questo corso

1 Lezioni10m

Video

RAJA KAPOTASANA – La posizione regale del piccione00:10:00

Informazioni sul docente

0 (0 valutazioni)

48 Corsi

773 studenti

Scegli un abbonamento

A.S.D RHAMNI SCUOLA DI YOGA

Questo sito utilizza Stripe come metodo di pagamento per transizioni in tutta sicurezza.

Contatti

Via Alfredo Cappellini, 18
21013 Gallarate (Varese)
+39 347 810 0542
P.IVA: IT03517310128
C.F.: 91047970123